Mondiale ORC

A tre anni dal titolo Europeo vinto a Porto Carras, Northern Light torna in mare per un’altra grande sfida: il Campionato Mondiale ORC di Sebenico.

Lo fa in grande stile, dopo quasi un anno di modifiche in cantiere, puntando al titolo nella divisione Corinthian. E’ una sfida davvero difficile vista l’entry list del campionato: il GS37 Tanit IV – che non ha nulla di Corinthian – l’Italia 9.98 Lady Day e l’X-35 Extrema con un pro a bordo come Jacopo Pasini.

Northern Light – dopo le modifiche alla chiglia, al piano velico e alla poppa – ha fatto un passo avanti notevole nei rapporti con i numeri dell’ORC, ma arrivare a battagliare con un Italia 9.98 non era davvero ipotizzabile fino a pochi mesi fà. Inoltre siamo stati costretti a “velocizzare” la barca a causa del CDL (Class Division Lenght) minimo per l’iscrizione al Campionato, facendo di fatto un passo indietro sui numeri in quanto gli oltre 4 m2 aggiunti alla randa e il peso in sentina di fatto non hanno alcun senso, se non quello di permetterci di presentarci sulla linea di partenza della regata.

Grazie al grande lavoro dell’equipaggio nei sei giorni di regata, a un pò di fortuna nelle due “lunghe” e alle condizioni di vento a noi relativamente favorevoli, siamo riusciti a portarci a casa un secondo posto che vale davvero oro!

Commenti

commenti